Notizie

23 MAGGIO 2014

Smart Puglia Archaeology: strategie di sviluppo economico smart con l’archeologia:

Formare manager della cultura in grado di individuare soluzioni innovative per la gestione del patrimonio archeologico pugliese, in linea con le best practices nazionali ed europee. A questo mira  il prossimo Laboratorio dal Basso “S.P.A. Smart Puglia Archaeology”, in calendario dal 4 al 24 giugno  tra Brindisi e Lecce (v.programma allegato).

L’idea alla base è quella di riunire in un unico percorso formativo ambiti differenti: quello museologico, quello giuridico-economico e quello del marketing e della comunicazione. Il Laboratorio si articola in workshop e project-work sulle tematiche del management dei beni culturali e del turismo sostenibile, e open lab pratici sull’archeologia sperimentale, il turismo esperienziale e smart education.

Il sistema turistico pugliese può tendere ad una maggiore diversificazione dell’offerta, anche attraverso nuove forme di impresa in cui gli “operai” dell’archeologia possano costruire un’offerta turistica che, da una parte soddisfi i diversi bisogni di turisti, dall’altra rappresenti uno stimolo per  il tessuto economico produttivo locale.

È importante creare un momenti di condivisione di esperienze e competenze con chi opera in questi settori in ambito nazionale ed europeo, così da contribuire alla nascita di nuove  piccole imprese innovative, oltre che  accrescere le competenze trasversali dei partecipanti. L’esperienza del museo open-air, in questo senso, costituisce da tempo in diversi paesi dell’Europa centrale e settentrionale una consolidata risorsa economica del settore culturale, un virtuoso modello che, questa iniziativa, vorrebbe trasferire al territorio pugliese.

A salire in cattedra:

  • Lara Comis: archeologa, membro di EXARC, specializzata in archeologia sperimentale e divulgazione museale attiva.
  • Rosanna Spanò: vicepresidente in BAM!Strategie culturali, è specializzata in gestione e innovazione delle organizzazioni culturali e artistiche; si occupa di marketing culturale innovativo.
  • Elena Musci: direttrice della collana “Scoprire e giocare in Puglia” e docente per il Laboratorio di didattica della Storia ha fatto del “gioco” il suo strumento di formazione.
  • Marianna Martinoni: membro di ASSIF, docente presso The Fund Raising School, è consulente fundraising per organizzazioni che operano nel settore culturale.
  • Monica G. Sorti: architetto specializzato in progettazione di strutture museali e allestimenti open-air, comunicazione integrata, valorizzazione ambientale e percorsi turistici.
  • Andrea Cardarelli: docente di Protostoria Europea, ha diretto il progetto europeo “Archeolive”, realizzando il Parco Archeologico e Museo all’aperto della Terramara di Montale.
  • Cristiana Zanasi: curatore e responsabile dei progetti interculturali del Museo di Modena, è coordinatore del Parco Archeologico e Museo all’aperto della Terramara di Montale.
  • Luca Pellegrini: membro di ArcheoExpert, operatore nel Parco della Terramare di Montale, è un archeologo specializzato in attività sperimentali e divulgative.
  • Edoardo Ratti: membro di EXARC, è divulgatore e sperimentalista preistorico, svolge laboratori interattivi oltre ad essere curatore dell’iniziativa internazionale Paleofestival.

Il Laboratorio è rivolto a tutti coloro chesi occupano di promozione e comunicazione dei beni culturali, ad archeologi e studenti universitari, ai principali gruppi di categoria (ANA, CIA), operatori culturali del terzo settore, amministratori locali e nazionali, associazioni, organizzazioni, enti, a chi opera nella didattica e nella formazione, alle imprese del settore turistico e in generale a tutti coloro che sono interessati alle dinamiche del turismo esperienziale.

Smart Puglia Archaeology è organizzato dall’associazione culturale Terracunta in partnership con Consorzio di Gestione di Torre Guaceto, Dipartimento di Beni Culturali – Università del Salento, Scuola di specializzazione in Archeologia “D. Adamesteanu” – Università del Salento, Consorzio CETMA , Parco Regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase, Campo ludico-didattico “OKRA” (Azienda agrituristica La Palascìa), Associazione culturale GALEA, Associazione di promozione sociale 34° Fuso,  Associazione culturale Mare di Terre.

Scarica il programma del Laboratorio

Per maggiori informazioni: www.terracunta.it
www.facebook.com/cromatismiculturali

Condividi
183 laboratori e testimonianze
7.170 ore di lezione
1.015 docenti invitati
94.357 partecipanti agli eventi
Enti promotori e sostenitori
Laboratori dal Basso è un'attività inserita nell'Azione "Innovazione per l'occupabilità" del Piano Straordinario per il Lavoro della Regione Puglia e cofinanziata a valere sul PO Puglia FSE, Asse VII "Capacità istituzionale".

© 2012-20 Regione Puglia  •  Privacy Policy • Dichiarazione di accessibilità