Notizie

30 MAGGIO 2014

Altrove per includere: esperienze alternative di accessibilità e integrazione

Si svolge a Bari dal 10 al 13 giugno il Laboratorio dal Basso “Altrove per includere”, dedicato al tema dell’accessibilità a 360°. Partendo dal concetto di ”inclusione sociale”, si guarderà agli ambiti di riferimento nei quali è necessario superare limiti strutturali e sviluppare buone pratiche. Attraverso competenze e testimonianze di esperti in materia di mobilità, sport, arte, food & beverage, si punterà a una maggiore informazione e messa in rete delle esperienze esistenti, proponendo una declinazione concreta di questa tematica.

Garantire l’accessibilità è spesso il compito di associazioni gratuite e volontarie o di parenti e amici. Altrove punta a fornire gli strumenti utili a realizzare attività imprenditoriali, per rispondere ai legittimi bisogni socioculturali sia delle persone con disabilità, sia di quanti operano nel settore.

Il Laboratorio dal Basso sarà strutturato in tre momenti, a seconda degli ambiti d’interesse. La prima fase sarà dedicata all’inquadramento generale della tematica, a cui seguirà un focus sulla mobilità sostenibile. Sarà inoltre dedicato un approfondimento allo sport che vedrà protagonista l’associazione francese Handi Cap Evasion. Un secondo momento sarà dedicato alla cultura e prevederà l’illustrazione delle linee guida attuali e degli indirizzi futuri del MIBACT, in materia di libera fruizione e accessibilità dei beni culturali da parte delle persone con disabilità. In questa stessa fase sarà analizzato un caso concreto, ovvero il Museo Tattile statale Omero, che per l’occasione curerà anche un laboratorio tattile. Infine per l’ambito del food & beverage sarà raccontata l’esperienza della Trattoria degli amici, cooperativa promossa dalla Comunità di Sant’Egidio e dell’Altro Spazio, il primo bar per persone non vedenti e sordo-cieche.

Articolato in seminari, workshop, videoconferenze, testimonianze, Altrove si avvarrà di docenti come:
Dino Angelaccio, dal 2006 è direttore del Laboratorio Accessibilità Universale dell’Università degli Studi di Siena;
Pietro Gigante, esperto in Mobility Management, si occupa di progettazione e realizzazione di mappe tattile per ciechi, ipovedenti e mappe accessibili per inabilità motoria.
Dominique Quetier, presidente dell’associazione francese Handi Cap Evasion, istituita nelle Hautes-Alpes nel 1988;
Aldo Grassini, è ideatore del Museo Tattile “Omero” di Ancona, ne ha curato la progettazione e promozione per conto dell’Unione Italiana Ciechi;
Gabriella Cetorelli, è attualmente responsabile dei Progetti Speciali presso la Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale del MIBACT;
Andrea Sòcrati, docente specializzato per il sostegno, è autore di diverse pubblicazioni in materia di didattica inclusiva, l’accessibilità e la formazione del Museo Tattile statale Omero;
Stefano Carmenati, responsabile della cooperativa sociale “Pulcinella Lavoro”, attenta alla formazione e all’inserimento lavorativo di persone con disabilità mentale;
Nunzia Vannuccini, presidente dell’associazione culturale Farm, il primo locale gestito da sordi. È anche curatrice e ideatrice dell’Altro Spazio, bar per persone non vedenti e sordo-cieche.

I Laboratorio si rivolge non solo a soggetti diversamente abili, ma anche ai professionisti del settore, come assistenti sociali, educatori, personale medico, e a tutti coloro che, a vario titolo e in diversa maniera, si occupano di tale problematica.

Altrove per includere è organizzato dall’associazione di promozione sociale SMYSLY.

Per maggiori informazioni: www.smysly.it.

Condividi
183 laboratori e testimonianze
7.170 ore di lezione
1.015 docenti invitati
94.357 partecipanti agli eventi
Enti promotori e sostenitori
Laboratori dal Basso è un'attività inserita nell'Azione "Innovazione per l'occupabilità" del Piano Straordinario per il Lavoro della Regione Puglia e cofinanziata a valere sul PO Puglia FSE, Asse VII "Capacità istituzionale".

© 2012-20 Regione Puglia  •  Privacy Policy • Dichiarazione di accessibilità